Gli animali domestici e gravidanza: piccoli accorgimenti

Nel momento in cui si affronta una gravidanza, i nostri animali domestici possono diventare motivo di ansia per la paura di poter causare problemi alla salute della mamma e del futuro bebè.

Gli animali domestici e gravidanza: piccoli accorgimenti

Molto spesso purtroppo leggo di persone che appena è in arrivo un bebè preparano le valige ai loro animali per paura di essere “contagiate” o per l’ipotetica trasmissione di possibili malattie al futuro nascituro.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

Per far stare più tranquille le future mamme, prima dell’arrivo del bambino è consigliabile portare il nostro animale domestico dal veterinario. Il veterinario effettuerà una visita completa, verranno considerate eventualmente delle vaccinazioni, l’utilizzo di un antiparassitario e un medicinale per la sverminazione. Il veterinario fornirà quindi delle indicazioni da seguire.

Animali in gravidanza (bigodino.it)

Una delle patologie che desta più paura è la toxoplasmosi, in quanto se contratta nel periodo della gravidanza può causare seri problemi al feto. La toxoplasmosi può essere trasmessa dal gatto, ma la sua contrazione è veramente rara. Il gatto può contrarre la toxoplasmosi mangiando carne cruda (uccelli o topi) infetta dal parassita Toxoplasma gondii che il gatto poi espelle nelle feci sotto forma di ovocisti.

L’unico modo di contrarre la malattia è attraverso l’ingestione dell’ovocisti contenuto nelle feci del gatto infette. Quindi la possibilità che il gatto domestico sia veicolo di infezioni è molto rara visto che mangia per lo più cibo in scatola. Bisogna comunque essere prudenti!

Bisogna essere prudenti!

In generale è consigliabile la pulizia giornaliera della lettiera del gatto o delle gabbiette dei nostri animali domestici, come uccelli, criceti, conigli ecc..Meglio ancora delegare qualcuno a questa incombenza, o se non è possibile utilizzare guanti usa e getta.

E’preferibile mantenere sempre un alto tasso di igiene, lavandosi le mani dopo aver avuto contatti con il vostro animale domestico.

Io ho una bimba di un anno e mezzo, e qualche anno prima di lei abbiamo accolto con noi la nostra micia Leyla. Ho seguito le dovute accortezze come sopra descritto e non abbiamo avuto nessun problema. Ad oggi hanno instaurato un rapporto di profondo amore, delineato da giochi e coccole.

Ovviamente sono consigli da attuare nella norma, e nel caso di particolari patologie della mamma o dell‘animale è sempre meglio chiedere consiglio al veterinario e al ginecologo.

Quali sono le vostre esperienze con gli animali in gravidanza?

Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

Lasciaci un tuo commento

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.