Uno stile di vita sedentario, un’alimentazione poco sana e l’obesità sono le cause principali che provocano il diabete sia nell’uomo, che negli animali. Sempre più cani e gatti diabetici, proprio come i loro padroni si trovano a dover fare i conti con questa patologia. Colpa di uno scorretto stile di vita? Vediamolo insieme.

Diabete mellito nei cani e nei gatti, una malattia in continuo aumento

Il diabete mellito nei cani e nei gatti è una patologia frequente ed è causata da un’assoluta o relativa carenza di insulina. Ciò comporta l’incapacità dei tessuti ad utilizzare il glucosio come fonte energetica, l’impossibilità a mantenere adeguati i livelli di glucosio nel sangue e quindi una persistente iperglicemia.

Nei nostri amici a quattro zampe, il diabete si presenta in diverse forme: nel cane la forma più frequente di diabete è il tipo I, le cui cause non sono completamente chiare, ma si presuppone siano quelle autoimmuni. Mentre nei gatti è più frequente il tipo II. In questo caso, numerosi studi hanno dichiarato come l’obesità sia il fattore predisponente più importante.

leggi anche “Gatti e cani…Vegani??? Alimentazione vegetariana si o no?

Cani e gatti diabetici
Cani e gatti diabetici, colpa dei padroni? (http://www.labtv.net)

Cani e gatti diabetici: i sintomi

Ci sono alcuni segnali a cui dobbiamo prestare attenzione perché risultano essere un campanello d’allarme nei confronti della malattia. I classici sintomi del diabete sono:

  • Maggiore produzione di urina,
  • Aumento del consumo di acqua,
  • aumento dell’appetito,
  • Possibile perdita di peso in contraddizione con l’aumento dell’appetito,
  • Pelo rado e opaco,
  • Comparsa di cataratta nei cani,
  • Debolezza degli arti posteriori nei felini.

Basta quindi osservare il comportamento del nostro cucciolo per capire se occorre approfondire la diagnosi. Meglio ancora sarebbe agire preventivamente, adottando una dieta appropriata e il ritorno al gioco, evitando quindi una vita sedentaria.

Diabete nei cani e nei gatti: terapia

La terapia del diabete mellito si basa sulla somministrazione di insulina due volte al giorno per via sottocutanea, associata ad una dieta specifica per animali diabetici e la cura di eventuali altre patologie sottostanti. La terapia insulinica non è uguale per tutti gli animali diabetici ma va calibrata sul singolo paziente. Se la dose è eccessiva, infatti, si va incontro all’ipoglicemia. I segni di ipoglicemia sono: tremori, inquietudine, sonnolenza, fino alla perdita di coscienza.

Per questo motivo, se dovesse presentarsi uno o più sintomi sopra elencati, rivolgetevi al vostro veterinario di fiducia il quale, dopo aver effettuato i vari controlli per diagnosticare la malattia, indicherà la terapia da seguire.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!

Desidero inviare a Moondo una (scegli l'importo)
carte paypal



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.