Forse a molti di voi non è mai sorto il dubbio, lasciandosi ingannare dal nome stesso “millepiedi”… Perché un millepiedi non dovrebbe avere mille zampe? Eppure, a dispetto del nome, non ha assolutamente mille piedi!

millepiedi
il millepiedi ha realmente mille zampe? (free photo by pixabay.com)

Il millepiedi

Il millepiedi è un animale invertebrato che appartiene alla famiglia degli atropodi, a cui fanno parte anche i crostacei, gli insetti, gli scorpioni ed i ragni. Le specie conosciute di millepiedi sono ben ottomila. Il loro habitat è il terreno umido, normalmente vivono sotto le pietre o sotto le cortecce degli alberi e si nutrono di sostanze in decomposizione. Il loro corpo è formato da un capo e da un tronco diviso in segmenti, detti metameri di ed ognuno (tranne l’ultimo) ha una o due paia di zampe. Non c’è una distinzione tra torace ed addome e neanche tra maschio e femmina. Sul capo si trovano un paio di antenne, un paio di mandibole, un paio di mascelle e gli occhi. Animali lenti e tranquilli, i millepiedi sono completamente inermi. Un comportamento caratteristico dei millepiedi è avvolgersi su se stessi per proteggersi, ma la difesa non è solo passiva: possono emettere sostanze chimiche e tossiche, se disturbati.

Quante zampe ha un millepiedi?

Ma un millepiedi ha realmente mille zampe? Non fatevi ingannare dal nome! Generalmente, il numero di zampe in dotazione di questo invertebrato va da un minimo di trenta a un massimo di quattrocento. L’unica eccezione è data dall’Illcme Plenipes, che detiene l’insolito record di animale con più paia di zampe. Si tratta di una specie di millepiedi notata per la prima volta in California nel 1928, creduta successivamente estinta perché per i successivi ottanta anni non vi furono più tracce.

Questa specie di millepiedi ha 750 zampe ma, nonostante abbia più gambe di qualsiasi altra creatura sulla Terra, è relativamente piccola tra i millepiedi. Le femmine crescono a poco più di 3 cm; i maschi sono leggermente più piccoli e hanno meno gambe.


Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:
Iscriviti gratuitamente al canale TV:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.