Ogni anno, con l’avvicinarsi delle vacanze estive, purtroppo accadono frequenti casi in cui l’animale che si è scelto con molta facilità e spensieratezza come compagno di vita, venga messo alla porta e abbandonato perché diventa un ostacolo per organizzare la propria vacanza. Eppure trascorrere le vacanze con gli amici a quattro zampe potrebbe rivelarsi veramente un’esperienza positiva e gratificante. Basta solo organizzarle tenendo conto delle dovute accortezze dato che non si può negare la responsabilità da parte del padrone e alcune possibili difficoltà. Al contrario di ciò che spesso si crede, viaggiare con il nostro cane o gatto non significa semplicemente aprire la portiera dell’auto per farlo salire e scendere. Vediamo insieme in che modo organizzare una vacanza con i nostri amici a quattro zampe evitando di trasformarla in un incubo!

vacanza con il cane
In vacanza con il cane? Perché no! (unsplash.com)

Vacanze con il cane in auto

Quando si sceglie la destinazione del viaggio, occorre accertarsi che il proprio cane sia pronto per affrontare quella tipologia di percorso. Se si tratta di un viaggio lungo occorre sostare ogni ora per dare la possibilità al proprio cane di scendere, evitando così la possibile sindrome da “mal d’auto”.
Se le temperature sono alte, approfittare della sosta, da effettuare all’ombra, per dare dell’acqua fresca da bere.

Altra cosa da fare nel momento della scelta del viaggio è quella di informarsi sulle strutture di primo soccorso per animali presenti nelle vicinanze della località scelta.

Vacanze con il cane in aereo

Dato che alcune compagnie aeree non accettano cani neppure in stiva, occorre verificare al momento della prenotazione. Per tutte le altre compagnie che invece permettono di viaggiare con gli amici a quattro zampe, vige una regola comune: i cuccioli sotto i tre mesi che non hanno fatto ancora il vaccino antirabbia non possono viaggiare in Europa.

Normalmente, il cane in aereo può viaggiare:

  • in cabina, con un peso massimo di 6/10 kg, a seconda della compagnia,
  • nella stiva, con le gabbie ufficiali IATA, per cani fino a 75 kg,
  • in cargo, se pesa oltre 75 kg.

Consigli: assicurarsi che il trasportino sia delle giuste dimensioni per ospitare l’animale per tutta la durata del viaggio. Nel caso in cui il veterinario consigli di somministrare un sedativo al cane, tenere in considerazione una maggiore possibilità di effetti collaterali dovuta ai cambi di pressione.

Qualsiasi sia il mezzo di trasporto scelto per affrontare il viaggio, la prima cosa da fare è quella di preparare tutta la documentazione necessaria. Infatti, alcune compagnie di aeree e di navigazione richiedono il documento di riconoscimento dell’animale nel momento della prenotazione, e non verrà imbarcato se non verrà esibito il suo libretto di vaccinazione. I documenti da portare sempre con se in caso di viaggi con gli amici a quattro zampe sono:

  • Documento di riconoscimento dell’animale
  • Certificazione delle vaccinazioni effettuate
  • Riferimenti del proprio veterinario,
  • Eventuale assicurazione medica

Piaciuto l'articolo?

Esprimi il tuo giudizio da 1 a 5 stelle

Media voti espressi / 5. Votanti:

Hai trovato interessante questo articolo...

Condividilo sui tuoi social network

Siamo spiacenti che il nostro articolo non ti sia piaciuto

Aiutaci a crescere e migliorare


La tua opinione per noi è molto importante.
Commento su WhatsApp
Siamo una giovane realtà editoriale e non riceviamo finanziamenti pubblici.
Il nostro lavoro è sostenuto solo dal contributo dell’editore (CuDriEc S.r.l.) e dagli introiti pubblicitari. I lettori sono la nostra vera ricchezza. Ogni giorno cerchiamo di fornire approfondimenti accurati, unici e veri.
Sostieni Moondo, sostieni l’informazione indipendente!


Ora anche su Google News, clicca qui e seguici



Potrebbe interessarti anche:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci qui il tuo nome